Il 15 marzo scorso, con una lettera del Tribunale che ci annuncia l'intenzione di vendere la nostra casa (a seguito del fallimento dichiarato nel 2000 delle società di mio marito e di una procedura che dura da 23 anni, con le conseguenze che ciò ha comportato nella nostra vita familiare, nella nostra coppia, tra i nostri amici, con la spada di Damocle costantemente sopra le nostre teste...), uno tsunami inaspettato si abbatte su di noi improvvisamente.

Praticando TAI da 2 o 3 anni regolarmente, applico subito questo metodo su tutte le rappresentazioni che arrivano nel mio campo di percezione, sui pensieri, le emozioni, le fantasie..., sullo stress intenso provocato da questa incomprensione di ciò che sta accadendo.

Ma è troppo difficile da gestire da sola perché lo stress è TROPPO per me.
Infatti, abbiamo 2 settimane per trovare degli acquirenti/amici che potrebbero fittiziamente comprare la nostra casa e ai quali la ricompreremmo poi noi....

Quindi mi rivolgo ad Andrea che in 2 sessioni di TAI INTERNA prima e poi di TAI ESTERNA trasforma il piombo in oro, permettendomi di ritrovare la calma e ridonandomi la speranza di trovare la migliore soluzione possibile e/o impossibile.

Poi faccio TAI tutti i giorni su tutto ciò che si presenta nel mio campo di percezione.
Mi accorgo che TAI mi permette di prendere le distanze dalla situazione e di restare abbastanza calma nonostante il tumulto grandioso!!!
Leggo e rileggo il libro TAI di Andrea e me ne impregno.

Arriva la seduta dall'avvocato 8 giorni prima della convocazione al tribunale, e che va male con l'acquirente che si era impegnata a comprare la nostra casa e che ora non è più sicura di volerlo fare.
Un secondo tsunami ci colpisce! Cosa faremo?
Sono in un angolo della stanza durante questa consultazione e ho l'impressione di essere davanti a un film irreale.
Mi torna in mente allora la frase "magica" di riequilibrio che mi era piaciuta nel libro di Andrea.
"Genero e invio frequenze armoniche a..."

E per quasi un'ora recito questa frase con piena consapevolezza:

per l'avvocato, mio marito, l'acquirente, il tribunale, il liquidatore, tutte le parti coinvolte, tutta questa situazione giudiziaria, la migliore delle soluzioni possibili e/o impossibili...

Dopo pochi minuti, la calma si ristabilisce in me e intorno a me, e l'avvocato riesce a convincere la nostra amica a impegnarsi per la metà della somma promessa (150.000 euro).
Mio marito dovrà trovare un'altra persona per il resto della somma.
Sembra fiducioso di trovarla tra le sue conoscenze.
Torniamo a casa un po' sollevati.
All'appuntamento dall'avvocato 2 giorni dopo per portare l'assegno di caparra di 60.000 euro e firmare la lettera di impegno che devono essere sulla scrivania del giudice 5 giorni dopo, la nostra amica si rifiuta di venire e non vuole più impegnarsi affatto. E sono già le 18.

Ripeto la mia frase "magica" durante tutto il tragitto e dall'avvocato alle 19, mio marito chiama un altro amico che forse poteva impegnarsi e questi, senza discutere, accetta di fare l'assegno di caparra e di impegnarsi per una parte della somma!!! (60.000 euro) (1° "miracolo")
Siamo quindi "salvi" per ora perché questo impegno era sufficiente al tribunale per fermare le azioni legali e annullare i debiti ancora molto elevati.
Tutto è OK per il liquidatore presente che agisce in anticipo per il giudice. Accetta persino di abbassare a 50.000 euro il prezzo di vendita! (2° "miracolo")

Non ci "resta" che trovare un potenziale acquirente per il resto della somma, cioè 240.000 euro. Impensabile!!!
Continuo quindi a fare sessioni di TAI su tutto ciò che si presenta nel mio campo di percezione.

Le persone a cui proponiamo di impegnarsi (e che rimborseremo più tardi) rifiutano tutte.
Poi, 2 giorni prima della data fatidica, mio marito va a fare la spesa e incontra un vecchio fornitore al quale racconta la nostra storia e in 5 minuti questa persona si propone di aiutarci senza che glielo chiedessimo!!! (3° miracolo)

Faccio fatica a crederci eppure è la verità.
Oggi tutto si sta mettendo in moto per la creazione di una società immobiliare per i 2 acquirenti e il tribunale ha chiuso le azioni legali.

Con la tensione nervosa che si è abbassata e alcune settimane di riflessione, prendo coscienza della "magia" di TAI e del lavoro profondo che questo metodo svolge in noi e che si riflette intorno a noi, sugli elementi esterni, trasformando il Piombo in Oro.
Prendo coscienza anche della differenza nel percorso di fronte a questo tsunami tra me e mio marito, che non lavora su di sé.
È stato completamente devastato chiudendosi nel silenzio e nella paura e questo lo ha reso molto malato fisicamente e non è ancora guarito.

Ogni giorno, ho quindi praticato TAI su tutto ciò che si presentava e una mattina mi sono svegliata con la convinzione che dovevo fare una formazione con Andrea per diventare Operatrice e poter trasmettere questo meraviglioso strumento affinché le persone che vogliono trasformare la loro vita possano essere autonome.

Sono quindi in formazione TAI (4° "miracolo"). Non avrei mai potuto immaginarlo con i miei 70 anni!!!

Più pratico TAI, più mi sento leggera e calma di fronte agli eventi.
Prendo sempre più consapevolezza della vera Realtà della vita, mi fa capire chi sono veramente, che tutto ciò di cui ho bisogno è dentro di me e che il mio Potere è immenso per poter trasmutare tutti questi programmi, capsule spaziotemporali cristallizzate, memorie ancestrali e familiari... che mi impediscono di essere chi sono veramente, che mi impediscono di avanzare e che mi fanno soffrire.

Prendo consapevolezza anche che incredibili sincronicità accadono nella mia vita senza chiedere nulla.
A volte la capsula spazio-temporale rilevata è un po' troppo grande e profonda e il lavoro TAI sulle rappresentazioni risulta doloroso… (molte lacrime a volte) ma con le mie 2 frasi "magiche" che sono l'ultima frase di TAI LASER e la 4ª frase di integrazione di TAI che applico regolarmente durante la giornata su tutto ciò che arriva: in un ingorgo, prima di un appuntamento, prima di una sessione con Andrea (non si sa mai cosa potrebbe accadere... Non è vero Andrea?) etc. riesco a superare molto più facilmente tutto ciò che è TROPPO PER ME.

LA VITA È BELLA.

Mille volte e più GRAZIE ANDREA.
Brigitte